COZZE GRATINATE

Cozze Gratinate

 

Ingredienti:

1 kg di Cozze

150 gr di Pangrattato

Prezzemolo

N°2 spicchi d’aglio

Rosmarino

Sale

Pepe

Olio EVO

 

Procedimento:

Dopo averli puliti e lavati preparate un battuto fine di prezzemolo, aglio e rosmarino, mettete in una ciotola ed aggiungete il pangrattato, sale, pepe ed abbondante olio EVO, amalgamate bene il tutto e lasciate riposare. Pulite (con l’aiuto di un coltello togliete il baffo che fuoriesce dal mollusco e pulite il guscio da tutto quello che gli è attaccato) e lavate (mettete le cozze nel lavandino pulito e versateci sopra del sale grosso, iniziate a strofinarle fra di loro con movimenti rotatori fra le mani per 5 minuti circa, poi aprite l’acqua fredda corrente e sciaquatele bene) le cozze mettetele in uno scolapasta, su di un tagliere con l’aiuto di un coltellino apritele (facendo molta attenzione ed indossando gli appositi guanti per non tagliarsi infilate la punta del coltellino nella parte inferiore della cozza dove si uniscono i due gusci, una volta inserita la punta del coltellino incidete tutto attorno fino a quando non riuscirete ad aprire e staccare i due gusci facendo attenzione a mantenere tutta la polpa del mollusco solo in uno dei due gusci). Prendete una ad una le cozze precedentemente aperte e spargetevi sopra il pane aromatizzato che avevate preparato, mettendole in una teglia da forno con bordi bassi, disponendo le cozze una accanto all’altra e non una sopra l’altra. Una volta fatto questo passate un filo d’olio extravergine su tutte le cozze. Ora decidete se  volete cuocerle in forno ventilato preriscaldato a 180°C per 3/4 minuti circa, poi spegnendo il fono ventilato, passate alla funzione grill medio tenendo la teglia a circa 10cm dal grill e in 5 minuti le cozze saranno cotte e gratinate o se volete potete cuocerle sulla griglia, dopo aver preparato il fuoco stendete la brace, disponete sulla graticola le cozze (la parte con il pane deve stare rivolta verso l’alto) e mettete a cuocere, in 5 minuti sanno pronte (senza mai capovolgerle). Non vi resta che servirle e mangiarle finché sono calde.

 

Consiglio:

Se volete al posto di prezzemolo e rosmarino potete utilizzare le Erbe di Provenza

 

#cucinaliberamente

@cucinaliberamente

cucinaliberamente.com

#cucinaliberamente

#cucinaliberamente

@cucinaliberamente

cucinaliberamente.com

PURÈ DI FAVE

Purè di Fave

 

Ingredienti:

500 gr di fave secche decorticate

200 gr di Cicoria Selvatica

3 Foglie di Alloro

Sale

Olio EVO

 

Procedimento:

Mettete in ammollo le fave in abbondante acqua fredda per almeno 4 ore, fatto questo scolatele e mettetele in una casseruola, coprire fino a 3/4 cm sopra le fave con acqua, aggiungete sale q.b. alloro e portate ad ebollizione, fate cuocere circa un ora mescolando di tanto in tanto, lasciando evaporare l’acqua e ridurre in purea le fave, se è necessario aggiungete dell’acqua per non far bruciare, ma poca alla volta altrimenti rischiate diventi troppo liquido. Una volta che le fave sono diventate un purè vuol dire che è pronto, spegnete il fuoco aggiustate di sale e aggiungete la cicoria precedentemente pulita, lavata e bollita, date una bella amalgamata e servite con un filo di olio EVO a crudo.

 

#cucinaliberamente

@cucinaliberamente

cucinaliberamente.com

 

CucinaLiberamente INSTAGRAM

Segui cucinaliberamente.com anche su INSTAGRAM

Se vuoi leggere la ricetta delle sezioni che formano la foto su INSTAGRAM Involtino di Pollo alle Erbe Aromatiche (CLICCA QUI) #cucinaliberamente

PIADINA INTEGRALE VEGANA

PIADINA INTEGRALE VEGANA

 

Ingredienti:

1 kg di Farina Tipo 2

400 ml di Acqua tiepida

100 gr di Olio EVO

25 gr di Sale Fino

Un pizzico di Zucchero

Un pizzico di Bicarbonato

 

Procedimento:

Su un tagliere mettete la farina a fontana, spargetevi sopra il sale, lo zucchero ed il bicarbonato,  al centro versate l’acqua e l’olio, impastate bene il tutto per circa 10 minuti. Fate una palla, coprite con della pellicola e lasciate riposare per circa un ora. Fate dei pezzi da circa 200 gr l’uno, lavorateli formando delle palline che coprirete con un torcione, fate riposare per almeno un ora. Prendete le palline e stendete con il mattarello le piadine, cuocete su una teglia precedentemente scaldata a fiamma media.

#cucinaliberamente

 

#salicornia

#cucinaliberamente

@cucinaliberamente

cucinaliberamente.com

GRANCHI AL GIN

Granchi al Gin

 

Ingredienti:

1 kg di Granchi Freschi

1 Bicchierino di Gin

N° 10 Pomodorini tipo Pendolino

Sale

N°1 Peperoncino Fresco

Prezzemolo

Olio EVO

N°2 spicchi d’aglio

N°5 Bacche di Ginepro

 

Procedimento:

Pulite i granchi  (togliendo la parte superiore e posteriore del carapace, gli organi interni, bocca e occhi facendo attenzione e lasciare integre le zampe laterali e le chele) lavateli con abbondante acqua fredda e metteteli in uno scolapasta. Nel frattempo in una padella a bordo alto mettete olio EVO, aglio e prezzemolo tritati, le banche di ginepro e peperoncino fresco, accendete il fuoco a fiamma viva e appena inizia a friggere aggiungete i granchi, saltateli aspettate un paio di minuti e sfumate con il gin che inclinando la padella e saltando i granchi si incendierà. Una volta evaporato l’alcol aggiungete i pendolini tagliati in 4 e aggiustate di sale, lasciate cuocere a fiamma media per circa 5 minuti e servite accompagnato da pane tostato per inzuppare nel sughetto che si è formato. Questo piatto grazie al ginepro ha un profumo molto intenso ed i granchi con il gin e i pendolini un sapore molto dolciastro, il pane tostato vi da la croccantezza, a me piace spezzare il tutto con del Carosello Salentino (CLICCA QUI) fresco fatto in insalata condito con sale, olio EVO, pepe ed una spruzzata di aceto bianco o limone, in modo da pulire il palato e lasciare una gradevole sensazione di freschezza.

#cucinaliberamente

@cucinaliberamente

cucinaliberamente.com

 

LENTICCHIE


Lenticchie;

Adoro le lenticchie in tutti i modi ma la ricetta che mi piace di più è questa qua.

 

Ingredienti:

300 gr di Lenticchie (quelle della varietà che preferite)

N°1 Carota

N°1 Costa di Sedano

N°1 Cipolla Bianca

Prezzemolo

N°2 Spicchi d’aglio (io preferisco quello rosso)

N° 5 Pomodorini Pendolini

Brodo Vegetale

Vino Bianco

Sale

Pepe o Peperoncino

 

Procedimento:

Dopo aver pulito e lavato le verdure preparate un fondo di sedano, carota e cipolla tagliati a cubetti e mettete tutto in una padella con olio EVO a fuoco medio alto, fate soffriggere bene ed aggiungete le lenticchie, sfumate con vino bianco poi mettete gli spicchi d’aglio, il prezzemolo tritato, i pomodorini tagliati in 4, sale, pepe o peperoncino a piacere, coprite circa un centimetro sopra le lenticchie con brodo vegetale e lasciate cuocere a fiamma medio bassa per circa 20 minuti mescolando di tanto in tanto, se le lenticchie le ammollate (per circa 5/6 ore in abbondante acqua tiepida) in 15 minuti sono cotte. Spegnete il fuoco e lasciate le lenticchie nella pentola socchiusa con un coperchi fino al momento di servirle.

A me piace abbinarle allo Stinco al Forno (CLICCA QUI per vedere la ricetta). O se preferite a un arrosto di vitello.

 

Consigli:

Le  Lenticchie hanno un tempo di cottura molto breve rispetto tanti altri legumi come fagioli , ceci, ecc. In circa 15/20 minuti sono cotte quindi io vi sconsiglio di prendere quelle già cotte o precotte e di utilizzare quelle secche che se ammollate qualche ora cuociono in un tempo ancora più breve. Vi sconsiglio anche di lessarle per poi utilizzarle in altre cotture, cuocetele direttamente nella preparazione come fossero risottate, vedrete che avranno molto più sapore e saranno più buone. Ne esistono di tantissimi tipi, nere, rosse, arancioni, verdi, marroni, ecc. sbizzarritevi ad abbinarle con i loro colori e sapori.

#cucinaliberamente

@cucinaliberamente

cucinaliberamente.com

#lenticchie

 

COSTINE D’AGNELLO ALLA BRACE

Costine d’agnello alla brace;

 

Ingredienti:

500 gr di Costine d’agnello fresche

Sale

Pepe o Peperoncino

Erbe di Provenza

Aglio

Rosmarino

1/2 bicchiere di Vino bianco

Prezzemolo

N°1 Limone

Olio EVO

Procedimento:

Lavate e asciugate l’agnello mettetelo a marinare (possibilmente in un contenitore di vetro o acciaio) con il limone spremuto, vino bianco, sale, pepe o peperoncino ed una spolverata di Erbe di Provenza coprite con della pellicola e lasciate marinare l’agnello per un paio di ore fuori frigo o se volete prepararlo con anticipo di più ore o il giorno prima di cucinarlo conservatelo in frigorifero in un contenitore ben chiuso. Scolate e asciugate l’agnello con della carta assorbente conditelo con un battuto di Aglio Prezzemolo e Rosmarino, cuocete sulla griglia e servite accompagnato da una misticanza.

Consigli:

Se ne avete la possibilità utilizzate il metodo della cottura verticale in modo da ottenere un risultato migliore. CLICCA QUI per leggere L’articolo.

 

#cucinaliberamente

@cucinaliberamente

cucinaliberamente.com

 

OSTRICHE LIMONE E PEPE

Ostriche Limone e Pepe

L’unica difficoltà di questa preparazione è aprire le ostriche (con l’apposito coltello, infilandolo nella parte posteriore dove le due conchiglie si uniscono e facendo leva in modo che la conchiglia più piatta si tolga, per fare questa operazione indossare gli appositi guanti e avvolgere l’ostrica in un torcione). Una volta aperte sciacquatele sotto acqua corrente fredda in modo da eliminare eventuali pezzi del guscio sbriciolati durante il processo di apertura dell’ostrica. Mettete in un piatto da portata con bordi alti del ghiaccio, appoggiatevi sopra le ostriche e servite, prima di mangiarle conditele con del pepe macinato fresco una spruzzatina di limone e se volete un filo d’olio EVO.

 

#cucinaliberamente

@cucinaliberamente

cucinaliberamente.com