TENUTA SAIANO

Prima domenica di mal tempo dopo un’estate caldissima piena di sole e di mare, appena rientrati dalle ferie, con la temperatura dimezzata nel giro di una notte, ed ora? cosa si fa?

Ingenuamente, mi viene l’idea di andare in un centro commerciale per vedere cosa si può trovare per cucinare qualcosa, ma arrivato lì, mi rendo conto che altre migliaia di persone hanno avuto la mia stessa idea, alla prima rotatoria decido di scappare da tutto quel caos, alla ricerca di quiete e tranquillità. Utilizzando la mappa del cellulare cerco un posto non troppo lontano, facilmente raggiungibile, in collina da dove si possa vedere il mare e la tempesta che stava arrivando, bevendo un buon bicchiere di vino tranquillamente seduto, facendo una sorta di aperitivo ma stuzzicando qualcosa di particolare e buono fra una chiacchiera e l’altra.

Mentre scorro la mappa mi appare “TENUTA SAIANO” subito incuriosito perché conosco i loro prodotti ma mai stato dove li producono, vado a visitare il loro sito e chiamo il numero telefonico fornito per avere informazioni.

Mi risponde una signora gentile, dicendomi che il ristorante è aperto solo la sera, ma la tenuta e la bottega dove poter fare degustazione dei loro prodotti è aperta. Fantastico! Da Rimini in 20/30 minuti ci si arriva comodamente, facendo l’ultimo tratto in stradine con panorama mozzafiato.

Una volta arrivati veniamo accolti in un luogo antico, completamente ricostruito da ruderi riportati in vita dalla passione per la cultura e le tradizioni.

Il posto è bellissimo, molto curato e ben tenuto, ci accomodiamo nel giardino affianco al portico della bottega, in un salottino in ferro battuto con una spettacolare vista su tutta la Valmarecchia dall’Appennino Tosco-Romagnolo fino ad uno scorcio di mare incorniciato fra Verucchio e San Marino. A questo punto non potevamo che ordinare un Sangiovese Riserva 2013 con una degustazione di affettati e selezione di formaggi accompagnati da piadina e pane toscano. Tutto rigorosamente prodotto dalla Tenuta Saiao, lo puoi respirare e vedere sotto i tuoi occhi, i vigneti, gli uliveti, la cantina, gli animali e l’amore nelle parole di chi racconta e descrive quello che stai gustando.

Abbiamo avuto anche la fortuna di essere i primi clienti a salire e vedere la scala a chiocciola d’epoca in ghisa che porta in un salottino su una quercia vecchissima.

I prezzi sono più che giusti, sicuramente si possono trovare degli “aperitivi” come questo che costano la metà, ma è anche altrettanto sicuro che la qualità sarà la metà se non peggio. “Non è possibile avere la botte piena e la moglie ubriaca”.

Sicuramente ci porterò gli amici a cui vorrò far conoscere la passione, le tradizioni, la qualità e la voglia di fare della Romagna attraverso la cultura Enogastronomica.

Se il buongiorno si vede dal mattino vi scriverò ancora, molto presto della Tenuta Saiano, perché non vedo l’ora di andare a cena per provare la cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *