Piadina romagnola

Per prima cosa, due piccoli trucchi per una buona riuscita.

L’impasto si prepara un giorno per il successivo, ha bisogno di riposare per essere migliore .

mai lavorare troppo la pasta, perché ha bisogno di restare più rustica.

detto questo eccole la ricetta:

500 g farina

100 g strutto (raffinato il bianco o il giallo più rustico)

250 ml d’acqua ( tiepida)

5 g di sale grosso

1/2 cucchiaino di miele (meglio mille fiori)

1/2 bustina di lievito chimico.

Procedimento:

mettiamo la farina in un ciotola sufficientemente grande, aggiungiamo il sale su un lato e il lievito sul lato opposto. Aggiungiamo a l’acqua tiepida (meglio se un po’ più calda) lo strutto

facciamolo sciogliere un po’ e poi aggiungiamo il tutto alla farina, in fine il miele.

Impastare il tutto prima con un cucchiaio di legno poi alla mano…

l’imasto finale  dovrà risultare umido al tatto ma non bagnato e soprattutto si staccherà dalla ciotola e dalle mani ….

metterlo in un sacchetto di plastica alimentare e riporlo un giorno intero in frigo.

Piu o meno ogni pallina (dose per una piadina peserà 120 g o più)

la cottura la di fa a gusto personale ma un po’ cruda al centro é la sua morte …

 

Una risposta a “Piadina romagnola”

  1. Grazie JEANLUC per la tua ricetta e gli utilissimi consigli. Aspettiamo con ansia anche la ricetta della favolosa porchetta con cui l’hai farcita 👍😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *